Il nuovo metodo, elaborato dalle SS.UU. per applicare la clcd nella fase di liquidazione del danno, si focalizza sulla identica “funzionalità” del beneficio collaterale e del risarcimento del danno. In caso di assicurazione contro i danni e sulla vita la diversa funzione degli indennizzi, riparatoria nel primo caso (danni), previdenziale nel secondo (vita), determina l’applicazione della clcd soltanto fra il risarcimento del danno e l’indennizzo dell’ assicurazione contro i danni, mentre consente il cumulo fra risarcimento danni e indennizzo da polizza vita. Tale distinzione non opera, secondo l’opinione dell’Autrice in contrasto con il S.C., per i premi che risultano essere sempre il corrispettivo che l’assicurato si obbliga a versare per assicurarsi l’indennizzo, quale contropartita in caso di avveramento del rischio assicurato. Ecco perché in caso di assicurazione contro i danni l’importo del risarcimento da cui dedurre l’indennizzo assicurativo va calcolato comprensivo dei premi corrisposti dal danneggiato per avere la polizza in corso.

Assicurazione contro i danni e sulla vita: indennità e premi in rapporto alla compensatio lucri cum damno

Ferrari Mariangela
2020

Abstract

Il nuovo metodo, elaborato dalle SS.UU. per applicare la clcd nella fase di liquidazione del danno, si focalizza sulla identica “funzionalità” del beneficio collaterale e del risarcimento del danno. In caso di assicurazione contro i danni e sulla vita la diversa funzione degli indennizzi, riparatoria nel primo caso (danni), previdenziale nel secondo (vita), determina l’applicazione della clcd soltanto fra il risarcimento del danno e l’indennizzo dell’ assicurazione contro i danni, mentre consente il cumulo fra risarcimento danni e indennizzo da polizza vita. Tale distinzione non opera, secondo l’opinione dell’Autrice in contrasto con il S.C., per i premi che risultano essere sempre il corrispettivo che l’assicurato si obbliga a versare per assicurarsi l’indennizzo, quale contropartita in caso di avveramento del rischio assicurato. Ecco perché in caso di assicurazione contro i danni l’importo del risarcimento da cui dedurre l’indennizzo assicurativo va calcolato comprensivo dei premi corrisposti dal danneggiato per avere la polizza in corso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11379/553288
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact