L’impiego delle metodiche NBI, autofluorescenza e citologia in fase liquida nella diagnosi delle eritreo-leucoplachie del cavo orale e dell’orofaringe.