Il rilievo del bilancio consolidato negli enti locali è andato crescendo in Italia sia per effetto dell’aumentata rilevanza del c.d. «capitalismo municipale», sia in seguito alle numerose riforme che hanno interessato la contabilità del settore pubblico, la più recente attuata mediante il D.Lgs 118/2011. In Europa, la Commissione Europea ha avviato un confronto sull’opportunità di armonizzare i sistemi contabili dei Paesi membri mediante gli European Public Sector Accounting Standards (EPSAS) che dovrebbero formarsi partendo dai principi contabili internazionali per il settore pubblico (IPSAS). Recentemente è stato pubblicato l’IPSAS 35 che ha rinnovato il confronto sulle finalità del bilancio consolidato e sulle modalità di definizione dell’area di consolidamento. Il volume si colloca nel dibattito nazionale e internazionale in corso sulle prospettive d’impiego degli strumenti di rendicontazione degli enti locali. In particolare, vuole offrire spunti di riflessione sull’elemento preminente del bilancio consolidato rappresentato dalla configurazione della reporting entity, nella consapevolezza che le scelte operate dagli organismi dotati dei poteri di accounting regulation, producono effetti sull’efficacia informativa del bilancio. Proprio per questo motivo si è dell’avviso che un processo di regolamentazione strutturato dovrebbe trovare fondamento in un solido impianto concettuale coerente con l’oggetto da rappresentare, nel caso in esame il gruppo pubblico locale, e con la finalità informativa che si vuole attribuire al bilancio.

Il ruolo informativo del bilancio consolidato negli enti locali: teorie, regolamentazione ed effetti

Carini Cristian
2017

Abstract

Il rilievo del bilancio consolidato negli enti locali è andato crescendo in Italia sia per effetto dell’aumentata rilevanza del c.d. «capitalismo municipale», sia in seguito alle numerose riforme che hanno interessato la contabilità del settore pubblico, la più recente attuata mediante il D.Lgs 118/2011. In Europa, la Commissione Europea ha avviato un confronto sull’opportunità di armonizzare i sistemi contabili dei Paesi membri mediante gli European Public Sector Accounting Standards (EPSAS) che dovrebbero formarsi partendo dai principi contabili internazionali per il settore pubblico (IPSAS). Recentemente è stato pubblicato l’IPSAS 35 che ha rinnovato il confronto sulle finalità del bilancio consolidato e sulle modalità di definizione dell’area di consolidamento. Il volume si colloca nel dibattito nazionale e internazionale in corso sulle prospettive d’impiego degli strumenti di rendicontazione degli enti locali. In particolare, vuole offrire spunti di riflessione sull’elemento preminente del bilancio consolidato rappresentato dalla configurazione della reporting entity, nella consapevolezza che le scelte operate dagli organismi dotati dei poteri di accounting regulation, producono effetti sull’efficacia informativa del bilancio. Proprio per questo motivo si è dell’avviso che un processo di regolamentazione strutturato dovrebbe trovare fondamento in un solido impianto concettuale coerente con l’oggetto da rappresentare, nel caso in esame il gruppo pubblico locale, e con la finalità informativa che si vuole attribuire al bilancio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2017_Il Mulino.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Full Text
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.63 MB
Formato Adobe PDF
2.63 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11379/498263
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact