Le discriminanti per la riuscita delle prototipazioni digitali sono da un lato la familiarità e la velocità di apprendimento dei processi di digitalizzazione e, dall’altro, la cultura progettuale messa in campo. È il sapere di ogni progettista – sia esso ingegnere o architetto – a determinare la bontà o meno dell’opera digitalizzata e, se fosse, costruita. La conoscenza della Storia dell’Architettura e/o delle Tecniche, la capacità di intuire le scelte costruttive più adeguate all’edificio e al budget di spesa, l’ammissione della necessità di collaborare e interagire con professionalità in alcuni casi agli antipodi; questi sono probabilmente i ‘saperi necessari’ per ottenere il miglior risultato possibile. Unica avvertenza: mettere al centro del processo la cultura del progetto e non le singole discipline. Come le esperienze Radicals hanno dimostrato, nella costruzione dello spazio per/e da abitare il peso dell’Ingegneria e dell’Architettura si equivale in quanto perseguono lo stesso obiettivo anche se, in molti casi, con approcci eterogenei comunque entrambi imprescindibili in egual misura.

Back to school

ANGI, Barbara
2015

Abstract

Le discriminanti per la riuscita delle prototipazioni digitali sono da un lato la familiarità e la velocità di apprendimento dei processi di digitalizzazione e, dall’altro, la cultura progettuale messa in campo. È il sapere di ogni progettista – sia esso ingegnere o architetto – a determinare la bontà o meno dell’opera digitalizzata e, se fosse, costruita. La conoscenza della Storia dell’Architettura e/o delle Tecniche, la capacità di intuire le scelte costruttive più adeguate all’edificio e al budget di spesa, l’ammissione della necessità di collaborare e interagire con professionalità in alcuni casi agli antipodi; questi sono probabilmente i ‘saperi necessari’ per ottenere il miglior risultato possibile. Unica avvertenza: mettere al centro del processo la cultura del progetto e non le singole discipline. Come le esperienze Radicals hanno dimostrato, nella costruzione dello spazio per/e da abitare il peso dell’Ingegneria e dell’Architettura si equivale in quanto perseguono lo stesso obiettivo anche se, in molti casi, con approcci eterogenei comunque entrambi imprescindibili in egual misura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11379/488501
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact